Centro Medico Polispecialistico
Poliambulatorio
Viale Regina Giovanna, 6 - Milano
Tel. 02.29519615
Mobile 331.5061942
info@centroreginagiovanna.it


News

20/01/2017
Il disturbo erettile

Dottor GIUSEPPE IANNONE - Psicologo clinico

Il disturbo erettile (detto comunemente impotenza) è una disfunzione sessuale abbastanza comune (si stima una prevalenza tra il 13% e il 21% in uomini tra i 40 e gli 80 anni di età) la cui caratteristica principale consiste nell´incapacità di ottenere o mantenere l´erezione nella maggior parte dei rapporti sessuali (in circa 3 rapporti su 4 e per un periodo di tempo di almeno 6 mesi). Mentre alcuni individui che soffrono di disturbo erettile possono avere difficoltà a raggiungere l´erezione, altri, pur riuscendo a raggiungere l´erezione, non riescono a mantenerla all´atto della penetrazione oppure possono perdere la tumescenza subito dopo la penetrazione. Il disturbo può essere presente da quando l´individuo è sessualmente attivo o può comparire in seguito a un periodo di funzionamento sessuale normale. Il disturbo può manifestarsi solamente in specifiche situazioni, (per esempio solo con determinati partner) o essere presente in tutte le situazioni ¹,².

Il disturbo erettile può avere origine organica o psicogena. È sempre buona prassi ricorrere al parere di un andrologo per valutare un´eventuale origine organica del disturbo. Quando non vi è evidenza di alcuna condizione medica alla base del disturbo lo psicologo clinico può intervenire per investigare le eventuali cause psicologiche.

Durante la visita psicologica vengono investigati diversi fattori che sono rilevanti ai fini della diagnosi e del trattamento: fattori relazionali, di vulnerabilità individuali, fattori stressanti, ecc. Bassa autostima, riduzione del senso di mascolinità, sentimenti depressivi o ansiosi, rabbia e una diminuzione della qualità della vita possono accompagnare questo disturbo che, in alcuni casi, può spingere l´individuo ad evitare gli incontri sessuali e a sviluppare relazioni intime. Inoltre vengono misurati i livelli di ansia da prestazione sessuale attraverso test standardizzati. Appurata l´eziologia del disturbo si può valutare con il paziente l´idea di cominciare un percorso di supporto per aiutarlo a riconoscere e gestire quei fattori psicologici che impediscono di vivere con serenità l´esperienza sessuale.

La funzione sessuale, pur essendo fondamentalmente biologica, implica una complessa interazione tra fattori biologici, psicologici e socioculturali: ecco perché al Centro Medico Polispecialistico Regina Giovanna, seguendo un approccio multidisciplinare, offriamo ad ogni paziente la possibilità di accompagnare la visita andrologica ad una visita psicologica. Integrare i vari interventi tecnici delle diverse figure professionali significa per noi una presa in carico del paziente a 360 gradi.

Articolo del Dr. Giuseppe Iannone – Psicologo clinico (©2017)

Bibliografia
¹ American Psychiatric Association. (2013). Diagnostic and statistical manual of mental disorders (5th ed.).
²McCabe,M.P. et al. (2016). Incidence and Prevalence of Sexual Dysfunction in Women and Men: A Consensus Statement from the Fourth International Consultation on Sexual Medicine 2015. J Sex Med;13, 144-52.